AltroblogBloom

Come proteggere un sito dagli attacchi – Parte 2 – Il file .htaccess




Ieri vi ho illustrato un ottimo e “furbo” metodo per ingabbiare i bad crawlers. La tecnica della “trappola” illustrata è molto efficiente, ma potrebbe non bastare a garantire una protezione di alto livello. Esistono infatti anche bot maligni il cui scopo principale non è quello di effettuare il download indiscriminato di un intero sito web, ma che vanno alla ricerca di exploit, di falle di sicurezza e che magari tentano di eseguire script e simili.
In questi casi, diventa di fondamentale importanza dotarsi di un file .htaccess customizzato quel tanto che serve a bloccare la stragrande maggioranz…
Leggi Tutto